Cercare un nuovo lavoro - Le società di head hunting possono aiutare?


10 Mar
10Mar

Cercare un nuovo lavoro - Le società di head hunting possono aiutare?

Molti di coloro che ricercano una nuova collocazione lavorativa credono che l’invio di CV spontanei alle società di Head Hunting/ricerca e selezione (o anche alle società di executive search) possa dare un contributo significativo o addirittura risolvere la situazione.

Ma che cosa accade realmente quando una società di head hunting/ricerca e selezione riceve un CV spontaneo? Le ipotesi sono 2.

E’ aperta una ricerca ricollegabile al profilo ricevuto: il CV viene inserito nella selezione. Quindi un fatto casuale e probabilistico ( in 40 anni di attività ricordi pochissimi casi in cui ciò si è verificato).

Nulla di tutto questo: si manda una gentile mail di ringraziamento, dicendo anche “terremo presente nel caso che….”. IL CV viene inserito in una banca dati da dove potrebbe anche non uscire mai. Se l’inserimento viene fatto tramite un format l’inserimento avviene automaticamente e parimenti in automatico viene inviata una mail di riscontro.

In pratica la società di head hunting non può e non deve svolgere (tra l’altro gratuitamente) nessun tipo di attività mirante alla ricollocazione di chi invia spontaneamente il CV: il suo compito istituzionale è di cercare le persone per le aziende e non il contrario. In caso contrario svolgerebbe un attività di collocamento privato, per cui, tra l’altro, è necessaria apposita autorizzazione ministeriale (diversa da quella per la ricerca e selezione).

Raccomando quindi di non farsi illusioni a riguardo ed evitare investimenti di tempo praticamene a risultato zero.


Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.